Compara i migliori conti online

Conto Corrente Barclays di Barclays

di Marco Fanelli

Attenzione: questo conto non risulta più disponibile sul sito ufficiale della banca. Consulta l'elenco dei migliori conti correnti disponibili.

Banca Barclays retail è stata acquisita da CheBanca!.

Barclays Bank è un istituto di credito internazionale nato nel 1896 in Inghilterra. La sua fondazione si deve alla fusione, sul finire del XIX secolo, di diverse banche: Barclay, Tritton, Bouverie, Barthouse, Bevan e Ransom.

Nel 1966 è stata la prima banca a introdurre nel Regno Unito una carta di credito; nel 2008 ha acquisito Lehman Brothers. Nel mese di agosto del 2016 i rapporti dei clienti del retail sono stati trasferiti a CheBanca!.

Dunque è l’istituto appartenente a Mediobanca a gestire attualmente i conti correnti, i depositi a tempo e i libretti di risparmio che in passato erano di competenza di Barclays.
Il Conto Corrente Barclays è un prodotto riservato a persone fisiche che sono fiscalmente residenti sul territorio italiano.

Conto corrente barclays bank Si tratta di un conto corrente ordinario che può essere considerato sicuro in virtù del fatto che Barclays è una banca che offre garanzie in materia di sicurezza dei depositi. Il rischio principale che puoi correre aprendo un conto presso Barclays infatti è il rischio di controparte.

Quando un soggetto e una banca sottoscrivono un accordo in base al quale il cliente usufruisce dei servizi legati al conto, l’istituto di credito si impegna a rimborsare in qualunque momento il saldo disponibile.

Se però la banca si trova nell’impossibilità di tenere fede all’impegno, il cliente corre il rischio di perdere il denaro depositato. Barclays aderisce ad un sistema di garanzia che la mette al riparo da questa eventualità: si tratta del FSCS, acronimo di Financial Services Compensation Scheme.

Grazie all’unione di diversi istituti di credito il cliente della banca in difficoltà usufruisce di una copertura massima di 75.000 sterline. Nel caso di clienti italiani la cifra relativa al saldo viene rimborsata in euro. A essere garantiti dal FSCS sono:

  • i conti correnti;
  • i depositi vincolati;
  • gli assegni circolari;
  • i certificati nominativi di deposito.

Sono esclusi dal rimborso, in caso di crisi di liquidità della banca, obbligazioni e titoli di Stato.

Il Cet1 ratio di Barclays nel 2017 si è attestato a 13.3%. Il Cet1 è il parametro che misura l’indice di solidità bancaria e dunque l’affidabilità patrimoniale dell’istituto. Nel caso della banca londinese il Cet1 si è mantenuto stabile sia nel primo che nel secondo semestre.

Alla fine del 2016 l’agenzia internazionale Moody’s si è espressa in merito al rating di Barclays alzando l’outlook da negativo a Stabile.

Per quanto riguarda il debito sul lungo termine Fitch ha assegnato alla banca londinese una A singola; si tratta del rating più alto rispetto a quelli espressi da Moody’s e Standard and Poor’s nei confronti di Barclays.

Caratteristiche del Conto Corrente Barclays

Il Conto Corrente Barclays prevede un pagamento annuale di un canone pari a 100 euro. È importante fare riferimento al canone perché sono previste delle agevolazioni per i clienti Premier. Il canone infatti viene addebitato ogni tre mesi con una quota di 25 euro.

Tuttavia nel corso del primo semestre successivo all’apertura del Conto Corrente Barclays il canone non ti viene addebitato.

I clienti usufruiscono di uno sconto del 25%, ossia non pagano un trimestre, se alla data utile per il pagamento della quota trimestrale risultano essere clienti Premier.
Per essere classificato come Premier devi avere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • se presso Barclays possiedi un deposito, prodotti assicurativi o altri strumenti finanziari il cui ammontare mensile è pari a 100.000 euro;
  • nel caso in cui hai accreditato sul Conto Corrente Barclays, nel corso del trimestre precedente, per almeno quattro volte una quota di stipendio o di bonifico pari a 5.000 euro per ciascuna operazione.

In qualità di correntista Barclays hai diritto a:

  • accredito dello stipendio o della pensione;
  • disponibilità di una carta di debito;
  • disponibilità di una carta di credito;
  • uso del libretto degli assegni Barclays;
  • apertura di una linea di credito;
  • domiciliazione delle bollette relative alle utenze;
  • versamenti, prelievi e bonifici entro i limiti del saldo.

Costi e spese del Conto Corrente Barclays

I titolari di un Conto Corrente Barclays, oltre al pagamento del canone annuale, possono usufruire di servizi per i quali non è previsto alcun costo. Sono dunque esenti da spese:

  • il conteggio delle competenze e degli interessi maturati sul risparmio;
  • il canone annuale per la carta di credito internazionale, se possiedi 2 carte Barclays 500;
  • il servizio di phone banking e internet banking;
  • le operazioni concluse sia allo sportello che online;
  • l’invio dell’estratto conto online, all’interno dell’area clienti del sito di Barclays;
  • il prelievo di denaro presso gli ATM Barclays e gli sportelli automatici di altri istituti di credito del circuito Maestro;
  • il bonifico verso Italia, Unione Europea, SEPA ed EFTA attraverso il servizio di internet banking;
  • la domiciliazione delle utenze.

Sono invece previste spese di commissione per:

  • l’invio dell’estratto conto cartaceo, al costo di 77 centesimi;
  • il bonifico allo sportello e tramite phone banking, al costo di 3 euro.

La legge italiana prevede l’applicazione di un’imposta di bollo relativa ai conti correnti. Il costo è pari a 34.20 euro e nel caso del Conto Corrente Barclays è a carico del cliente.

Indicatore Sintetico di Costo

Prima della firma del contratto che sancisce l’accordo con la banca, per l’apertura del Conto Corrente Barclays, ti viene fornito un foglio informativo. È un documento che riporta tutte le informazioni necessarie a prendere una decisione rispetto all’apertura del conto.

Tra le notizie utili c’è anche quella relativa all’indicatore sintetico di costo, espresso con l’acronimo ISC.

L’ISC è molto utile in quanto fornisce una previsione sui costi annuali legati alla tua operatività, ossia al numero di operazioni bancarie che esegui online oppure allo sportello. Non si tratta di un canone e le previsioni di costo sono soltanto indicative perché calcolate su tipologie di clienti:

  • giovani;
  • nuclei famigliari;
  • pensionati.

Ciascuna fascia di clienti presa in esame viene valutata in base all’operatività bancaria, ossia al numero di operazioni, allo sportello e online, che effettua nel corso dell’anno. Al momento dell’apertura del Conto Corrente Barclays vieni inserito all’interno di una delle tre fasce.

È uno strumento utile perché ti consente alla fine dell’anno di confrontare la previsione di spesa fornita dalla banca con quella reale, in base al numero di operazioni bancarie che hai effettuato nel corso degli ultimi 12 mesi. Questa valutazione ti permette di mettere a confronto il prodotto offerto da Barclays con quelli di altri istituti.

La previsione di spesa per un giovane che apre un Conto Corrente Barclays è di 130 euro allo sportello e di 120 euro online. Se invece vieni inserito nell’intervallo relativo alle famiglie il Conto Corrente Barclays prevede spese dai 118 euro ai 259 euro allo sportello, e dai 106 euro ai 229 euro in rete, a seconda del livello dell’operatività.

Ai pensionati viene attribuita un’operatività che teoricamente ha un costo dai 115 euro ai 256 euro all’anno, per le operazioni allo sportello, e dai 103 euro ai 229 euro per le attività sulla piattaforma Barclays.

Rendimento del conto: interessi applicati

Il rendimento del Conto Corrente Barclays è costituito dagli interessi maturati sulle somme depositate.

Il tasso creditore nominale, per i depositi fino ai 20.000 euro, è pari allo 0.50% annuo; il tasso creditore per giacenze superiori alla soglia dei 20.000 euro corrisponde allo 0%.

Come aprire il Conto Corrente Barclays

Per aprire un conto corrente Barclays puoi recarti nella filiale più vicina con un documento d’identità e il codice fiscale e compilare il modulo di richiesta di apertura del conto corrente. Devi indicare le tue generalità:

  • nome e cognome;
  • codice fiscale;
  • luogo e data di nascita;
  • recapito telefonico.

Nel caso in cui ad aprire il conto siano più persone, devono essere fornite anche le generalità degli eventuali cointestatari. Non sono previsti costi di apertura del conto corrente Barclays.

Come chiudere il Conto Corrente Barclays

Per chiudere il Conto Corrente Barclays devi recedere dal contratto sottoscritto con la banca.

Puoi farlo in qualunque momento senza andare incontro a penali e senza alcun tipo di spesa. In 12 giorni al massimo la banca provvede a chiudere il conto, una volta avvenuta la restituzione di libretti d’assegno o carte di debito e credito collegate al conto corrente.

Il termine di 12 giorni è rispettato dalla banca nel caso in cui non siano presenti criticità quali il saldo negativo, pignoramenti o successioni.

Vedi anche tempi di chiusura di un conto corrente.

Contatti, numero verde e foglio informativo

Per usufruire di tutte le informazioni sul Conto Corrente Barclays ti conviene collegarti al sito della banca.

All’interno del foglio illustrativo trovi tutte le notizie e le offerte aggiornate in tempo reale sulle opzioni relative all’apertura del Conto Corrente Barclays. È la scelta migliore perché le condizioni possono variare nel tempo. Il foglio informativo fornisce non solo i termini aggiornati ma anche le eventuali variazioni di offerta dei prodotti messi a disposizione dalla banca.

È sempre bene ricorrere ai documenti ufficiali per non correre il rischio di entrare in possesso di informazioni errate o non più valide.

Se vuoi conoscere in maniera approfondita tutte le caratteristiche del Conto Corrente Barclays puoi rivolgerti al servizio clienti della banca. Gli operatori del numero verde 800 205 205 rispondono tutti i giorni, tranne i week-end, dalle 8.00 alle 19.00.

È disponibile anche un numero a pagamento che puoi contattare chiamando lo 02 40378205. Puoi scrivere una mail a [email protected] oppure compila il form sulla pagina relativa ai contatti di Barclays per ottenere tutte le informazioni che ti servono per aprire il conto corrente.

Attenzione: banca Barclays retail è stata acquisita da CheBanca!.

Alternative a Conto Corrente Barclays da valutare

Per te che cerchi un conto corrente sicuro dotato di carta per gli acquisti online e nei negozi, facile da utilizzare per gestire i tuoi risparmi e conveniente sui costi di gestione, vai alla classifica dei migliori conti correnti.

Autore
AUTORE

Marco Fanelli

Marco Fanelli è un esperto nel settore fintech, con particolare interesse per carte, conti correnti e conti deposito. Con un background come sviluppatore informatico, Marco ha creato uno dei siti più visitati in Italia nel settore finance. Il suo obiettivo principale è fornire guide chiare e dettagliate, risolvere le problematiche annesse all'uso di carte e conti ed offrire recensioni comparative approfondite, rendendo il mondo fintech comprensibile per tutti.

Vota questa recensione: