Conti correnti senza imposta di bollo

Le persone fisiche, titolari di un conto corrente con giacenza media superiore a 5000 euro l’anno, sono obbligate al pagamento di una somma pari a 32,20 euro, a titolo di imposta di bollo, sull’estratto conto annuale che l’istituto finanziario produce generalmente a fine anno.

Qui ti mostro subito, senza farti perder tempo, quelli che sono i migliori conti correnti senza imposta di bollo. In alternativa continua a leggere per capirne di più.

Conto Costi Caratteristiche Richiedilo
Conto N26
Conto corrente N26
Canone: 0€
Carta debito: 0€
Apertura: 0€
  • Conto per smartphone completamente gestibile tramite app
  • Carta Mastercard inclusa
  • Notifiche push su acquisti in tempo reale sullo smartphone
  • Disponibile in versione Black e Metal con copertura assicurativa
  • Limiti di prelievo e pagamento personalizzabili
  • Nessuna imposta di bollo fino al 30 settembre 2020
Scopri Recensione

Come si applica l’imposta di bollo sui conti correnti

Questa forma di imposizione fiscale, prevista dal cosiddetto Decreto Monti, è stata introdotta nel 2012, e viene applicata anche ai libretti di risparmio e, seppure con modalità diverse, anche ai conti deposito.

Se la giacenza media non è superiore ai 5.000 euro annuali, si rientra nei casi di esenzione e pertanto l’imposta non è dovuta, così come se il conto presenta un saldo debitore.

Ovviamente in caso di rendicontazione semestrale, quadrimestrale o trimestrale, sarà preso in considerazione ai fini della tassazione il conseguente periodo di riferimento. L’importo annuale di euro 34,20, in questo caso, andrà suddiviso in due, tre, o quattro rate, e verrà applicato solo nel caso che la giacenza media nel periodo di riferimento superi i 5.000 euro.

Conto corrente N26

Quindi, a mero titolo di esempio, ipotizzando un rapporto con rendicontazione trimestrale, se la giacenza media al 31/03 sarà superiore a 5.000 euro andrà corrisposta una imposta pari ad euro 8,55.

Ma se al successivo 30/06 questa dovesse essere inferiore o uguale a 5.000 euro, non verrà applicata alcuna tassazione. Identica valutazione verrà effettuata nei due rimanenti periodi che completano l’anno.

In caso si intrattengano più rapporti di conto corrente con il medesimo intermediario finanziario vige la medesima regola generale, ovvero per ogni conto viene effettuata una sola valutazione della giacenza media in base alla rendicontazione e se questa supera la soglia limite, viene applicata la prevista tassazione in base alla periodicità di invio degli estratti conto.

Qualora i periodi di rendicontazione siano diversi dall’anno, occorre determinare l’imposta eseguendo un calcolo che determini i giorni utili per la tassazione. Fondamentalmente, quindi, le banche riscuotono queste imposte per conto dello Stato e provvedono poi al loro versamento direttamente all’Amministrazione Centrale.

In caso di rapporti cointestati

In caso di cointestazione del rapporto di conto corrente, la giacenza media che viene calcolata ai fini dell’imposizione è divisa in base alla quota che si detiene.

Quindi qualora la giacenza media di un rapporto di conto corrente cointestato a due persone fisiche sia pari a 7.000 euro, questa andrà divisa per due con il risultato pratico che, non superando la soglia limite, non sarà dovuto alcuna imposta.

Conti correnti zero spese e senza imposta di bollo

Al fine di proporre prodotti concorrenziali e che tendano ad abbassare i costi per il cliente, taluni istituti di credito propongono conti correnti nei quali queste spese e imposte, se dovute, sono pagate dalla banca.

Tuttavia, l’indicazione senza bollo o senza spese è spesso una forzatura pubblicitaria volta a far percepire al cliente che alcune quote fisse vengono eliminate.

Non esistendo però alcuna possibilità di derogare al versamento di questa tassazione, ma nell’ottica di offrire prodotti sempre più concorrenziali, si opta per la scelta di lasciare il cliente indenne da questo tributi che vengono pagati dagli istituti bancari.

Indicatore Sintetico di Costo: un dato da analizzare

Per comprendere quali siano le spese fisse o variabili di un conto corrente è possibile consultare l’Indicatore Sintetico di Costo. Si tratta di un documento estremamente semplificato realizzato dalla Banca D’Italia e dagli operatori del credito, mediante elaborazioni statistiche ed abitudini dei consumatori in tema di rapporti bancari.

Vengono presi in esame 7 profili tipo, che spaziano dal giovane alla famiglia con figli e vengono indicate, di massima, le operazioni più ricorrenti ed il canale di utilizzo, sportello oppure home banking. Quando si procede all’apertura del conto corrente, la banca consegna questo documento al cliente indicando anche quale profilo tra i 7 indicati nell’ISC è il più simile.

Conto corrente IllimityBank

In questo modo il cliente potrà comprendere come la banca prevede che verrà utilizzato il conto corrente e comprendere se la scelta si è orientata sul giusto prodotto oppure se ne esistono altri più convenienti.

Stessa considerazione potrà fare chi ha un conto già attivo.

Nel documento di sintesi che viene inviato periodicamente dall’istituto di credito ai clienti, sarà indicato a dei profili corrisponde il suo conto. Per questo è consigliabile consultare prima questo documento, che è liberamente disponibile in rete e davvero molto semplice da leggere e comprendere.

Una semplice tabella di confronto, inoltre, paragona tutti e 7 i profili individuati, permettendo una rapido colpo d’occhio su costi e servizi.

Recensioni conti correnti senza imposta di bollo

Conto N26

Il conto corrente N26 è una soluzione che consente di gestire la propria operatività bancaria tramite lo smartphone. Infatti è abbinato a un’app dedicata e a una carta di debito Mastercard. Si tratta di una proposta adatta ai giovani e a chi preferisce optare...

IllimityBank

SI Conto!

SI Conto! di Banca Sistema è un conto corrente di base a canone zero pensato per i risparmiatori privati che vivono sia in Italia che in uno degli Stati membri dell’Unione Europea, in Svizzera, in Islanda, nel Principato di Monaco oppure in Norvegia. Inoltre...

Conto di Base

Il Conto di Base proposto da Banco BMP si caratterizza per la messa a disposizione di alcuni servizi (carta di debito e internet banking) e di un determinato numero di operazioni (domiciliazione delle utenze e richieste di estratti conto) a fronte del pagamento di...

Conto corrente Altroconsumo

Il Conto corrente Altroconsumo BCC for Web è riservato ai soci e agli affiliati Altroconsumo. Si caratterizza per applicare un tasso d’interesse crescente fino all’1% e per essere a canone gratuito. Inoltre consente di effettuare operazioni illimitate e mette a disposizione una carta di...

Conto N26

Conto di Base

Creval, abbreviazione di Credito Valtellinese, è una banca italiana fondata a Sondrio nel 1908. Nata come banca popolare, nel 2016 è stata trasformata in una S.p.A. e da qui nel Gruppo Credito Valtellinese, nel quale sono confluite numerose banche popolari del nostro Paese. Oggi,...

Conto di Base

Il Gruppo Bancario Crédit Agricole è stata la prima banca mutualistica non solo di tutta la Francia, ma dell’intera Europa. Fondato alla fine dell’Ottocento, oggi è il terzo istituto di credito per capitalizzazione in Francia e uno dei più importanti in Italia dove è...

N.B.: questo conto non risulta più disponibile sul sito della banca.

Conto Corrente Digital

CheBanca! è un gruppo giovane nato nel 2008 ed ha idee fortemente innovative incentrate sulla digitalizzazione; offre tutti i prodotti bancari attualmente conosciuti, dai conti correnti ai mutui, dalle assicurazioni agli investimenti di ogni tipo, e conta oltre 800000 clienti ed un capitale di...

Conto di Base

Il Conto di Base proposto dalla Banca Popolare di Sondrio è un conto di pagamento a operatività limitata. A fronte del versamento di un canone annuo vengono messe a disposizione alcune tipologie di servizi. Si può ampliare il numero di operazioni incluse pagando costi...

IllimityBank

Conto di Base

Poste Italiane è una società per azioni che si occupa dei servizi postali su territorio italiano, ma è attiva anche nel campo assicurativo e in quello della telefonia mobile. Il Conto BancoPosta di Base è sviluppato da Poste Italiane che offre servizi di vario...

Conto di base

Il Conto di Base offerto da UBI Banca risulta essere la soluzione ideale per clienti privati con un’operatività limitata e senza grandi esigenze finanziarie. Proprio per questo motivo conviene a famiglie, pensionati e giovani. Inoltre sono previste condizioni vantaggiose per gli utenti con un...

Conto di Base

Il Conto di Base della Banca Popolare del Lazio è un conto corrente bancario semplificato che conviene a risparmiatori privati che necessitano di una soluzione semplice per gestire la propria operatività quotidiana. Per le sue caratteristiche non prevede l’erogazione di alcuni servizi come la...

BNL In Novo il Conto Pratico Università

BNL, Banca Nazionale del Lavoro, rappresenta, ad oggi, una delle realtà finanziarie più rilevanti in Italia. La storia della banca ha radici antiche. Essa, infatti, viene fondata nel primo decennio del 1900 con il nome di Istituto di Credito per la Cooperazione. In seguito,...

N.B.: questo conto non risulta più disponibile sul sito della banca.