Compara i migliori conti online

Aprire un conto in Slovenia

di Marco Fanelli

Se per lavoro ti stai trasferendo in Slovenia oppure sei semplicemente attratto dall’idea di avere minori spese andando a vivere in questo paese, allora sicuramente sarai interessato all’idea di aprire un conto corrente bancario in Slovenia. Tuttavia, è bene non farsi cogliere impreparati dai meccanismi delle banche slovene. Che cosa succede quando ti trovi nella situazione di essere un cittadino italiano che deve aprire un conto corrente in una nazione che non è la sua?

Come aprire un conto in slovenia È valida anche in Slovenia la regola per la quale è necessario possedere un certificato di residenza per poter aprire un conto corrente bancario? Se sei attanagliato dai dubbi, ecco l’articolo che fa per te: continua a leggere e scopri tutto quello che ti serve sapere su come aprire un conto corrente in Slovenia.

Conto Transferwise

Apertura legale: sì o no?

Certamente, è possibile per un cittadino italiano aprire legalmente in un qualunque Paese che fa parte dell’Unione Europea un conto corrente bancario. Nella UE, infatti, esistono norme che regolano la libera circolazione delle persone e delle merci e, di conseguenza, anche del denaro.

Tra l’altro sono sempre più numerose le persone che decidono di tentare questa avventura perché attratte dalla solidità del sistema bancario sloveno, perché pensano di voler investire in questa nazione in forte espansione oppure semplicemente perché vogliono risparmiare: i conti correnti sloveni, infatti, non sono tassati e quindi i soldi che sono depositati su un conto di una banca locale non vengono decurtati per effetto delle imposte, come invece accade in Italia.

Le uniche limitazioni che incontrerai per aprire un conto in Slovenia sono due:

  • la modalità di deposito del denaro;
  • il rispetto della fiscalità internazionale.

Per quanto riguarda il primo punto, esiste una limitazione di trasporto di contanti nel Paese: non si possono trasportare contanti che superino l’importo complessivo di 10mila €. Se la cifra che vuoi depositare è superiore, meglio provvedere ad un bonifico da una banca italiana.

Rispetto alla fiscalità, invece, qualsiasi importo superiore ai 10.000 € che viene portato in Slovenia deve essere indicato nell’annuale dichiarazione dei redditi nella sezione RW.

Documenti necessari

Anche per aprire un conto in Slovenia sono necessari dei documenti, che non sono molto diversi da quelli previsti anche in Italia. Se sei una persona fisica e intendi aprire un conto a te intestato, ti servirà:

  • un documento valido di identità;
  • il tuo codice fiscale italiano;
  • il codice fiscale sloveno, che può essere richiesto da tutti i cittadini che hanno domicilio o residenza sul suolo nazionale.

Se, invece, il conto corrente viene aperto da un’impresa di cui tu sei il proprietario oppure il legale rappresentante, allora i documenti richiesti sono maggiori, perché oltre a quelli tuoi personali dovrai consegnare anche una visura camerale dell’azienda, che deve essere tradotta in lingua slovena. Non si tratta, però, di una traduzione qualunque ma deve essere una traduzione giuridica, per cui dovrai necessariamente affidarti ad un’agenzia specializzata in servizi di questo tipo.

Conto Transferwise

Apertura online oppure in filiale

In teoria potresti aprire un conto corrente online, quindi senza essere fisicamente presente, presso una banca slovena da qualsiasi parte d’Europa; ma nella pratica non è proprio così. La maggior parte degli istituti di credito sloveni, infatti, richiede la presenza fisica in filiale della persona che decide di aprire un conto in questo Paese, soprattutto se si tratta di un cittadino non residente sul suolo nazionale.

Successivamente all’apertura, potrai gestire il tuo conto corrente direttamente tramite il sistema di home banking messo a disposizione da tutte le banche e non avrai più necessità di recarti in filiale. Non è molto utile affidarsi a un’agenzia specializzata che possa aiutarti nel disbrigo di questa pratica, perché comunque è necessaria la presenza della persona a cui il conto corrente verrà intestato, oppure del legale rappresentante dell’azienda se si tratta di un’impresa o di un’associazione. Diffida, quindi, di chi ti dice il contrario.

Migliori banche slovene

La Slovenia è un Paese con un sistema bancario molto solido e sul suo territorio sono presenti alcuni istituti di credito davvero famosi e solidi. Probabilmente, però, ti starai chiedendo quali sono le principali banche del Paese, quindi di seguito puoi trovare un elenco di banche slovene, tra le più convenienti e utilizzate:

  • Banka Sparkasse
  • SKB Banka
  • Unicredit Banka Slovenija
  • Addiko Bank

Tutte le banche indicate hanno caratteristiche molto simili e una strategia di approccio ai clienti stranieri pressoché identica, quindi è davvero indifferente scegliere l’una o l’altra. Anche tassi di interesse e spese previste per le operazioni sono quasi sempre equiparati, quindi la tua scelta potrà ad esempio ricadere su quell’istituto che ti offre un servizio di assistenza e di customer care anche in italiano.

In Slovenia, però, operano anche tanti istituti di credito internazionali che hanno deciso di stabilire una loro sede operativa in questo Paese, proprio perché negli ultimi anni il territorio è al centro di grandi investimenti finanziari e di una fiorente economia in grande sviluppo. Può essere vantaggioso verificare la loro offerta prima di prendere una decisione definitiva.

Conto Transferwise

Conviene l’apertura di un conto anche se non si è residenti?

La maggior parte delle persone che apre un conto corrente in Slovenia lo fa perché risulta essere molto conveniente questa scelta per diversi motivi, di natura sia economica che di gestione. Innanzitutto il sistema bancario sloveno è estremamente solido ed è praticamente all’oscuro di fenomeni come gli NPL, ossia i crediti bancari deteriorati, e i fallimenti che invece hanno riguardato altre nazioni, prima fra tutte l’Italia. I clienti, quindi, sentono di poter mettere al sicuro i propri risparmi affidandoli ad una banca slovena in totale serenità.

Inoltre in Slovenia, come già detto, non sono previste imposte sul denaro depositato. L’unica spesa che dovrai affrontare è quella relativa al canone mensile o annuale del tuo conto e ad eventuali costi che gravano sulle diverse operazioni, in ogni caso sempre più convenienti rispetto alle banche italiane.

In Slovenia, infine, sui soldi depositati nei conti correnti ordinari sono previsti ancora gli interessi, che alcune banche fissano in una percentuale che varia dallo 0,01% allo 0,10%. Si tratta di un tasso di interessi che nessuna banca italiana offre più. Sulle obbligazioni, invece, la percentuale media di interessi è fissata al 4%. Per depositi inferiori ai 100.000 euro, poi, le banche slovene offrono gratuitamente delle assicurazioni che ripagano l’intero capitale in caso di problemi come il fallimento dell’istituto di credito.

Costi e canoni

Pur non essendoci imposte sui conti correnti sloveni, comunque sono previste delle spese di gestione del conto ed eventualmente anche alcune spese per ogni singola operazione. Non ti preoccupare, però, perché mediamente si tratta di costi più bassi rispetto a quelli a cui sei abituato con i conti italiani.

Molte banche slovene applicano un canone mensile sul conto che può arrivare fino a 25 € al mese e che è strettamente legato ai servizi aggiuntivi che il conto offre. Se sei alla ricerca di un conto semplice, con una carta bancomat e con la possibilità di utilizzare l’home banking, potresti cavartela con un canone mensile inferiore ai 5 € mensili. Ricorda che il limite massimo di prelievo con un bancomat sloveno è di 3.000 € al giorno.

Sempre più numerosi sono gli istituti di credito che decidono di offrire i conti base gratuitamente ai propri clienti, soprattutto se si tratta di piccoli risparmiatori. Il consiglio è quello di verificare con attenzione le condizioni previste dalle singole banche e dai conti correnti, prima di scegliere quello da attivare, il più adatto alle tue esigenze.

Conti correnti da non perdere

Per te che cerchi un conto corrente sicuro dotato di carta per gli acquisti online e nei negozi, facile da utilizzare per gestire i tuoi risparmi e conveniente sui costi di gestione, vai alla classifica dei migliori conti correnti.

Autore
AUTORE

Marco Fanelli

Marco Fanelli è un esperto nel settore fintech, con particolare interesse per carte, conti correnti e conti deposito. Con un background come sviluppatore informatico, Marco ha creato uno dei siti più visitati in Italia nel settore finance. Il suo obiettivo principale è fornire guide chiare e dettagliate, risolvere le problematiche annesse all'uso di carte e conti ed offrire recensioni comparative approfondite, rendendo il mondo fintech comprensibile per tutti.